Ricetta Spaghetti alla chitarra con le pallottine (cucina tipica teramana) di carlalacontessina_

253

Primi

Spaghetti alla chitarra con le pallottine (cucina tipica teramana)

2h
Media

Una piccola città abruzzese con poco pù di 50.000 abitanti, equidistante dal massiccio del Gran Sasso e dalla Costa Adriatica, Teramo è conosciuta e molto apprezzata “fuori confine regionale” anche per la sua cucina, ricca di storia e di tradizione. Qui vi propongo gli Spaghetti alla chitarra con le pallottine, il cui nome deriva dall’antico strumento con il quale venivano realizzati a mano e che, nelle sembianze, ricorda proprio una “chitarra”.

Una piccola città abruzzese con poco pù di 50.000 abitanti, equidistante dal massiccio del Gran Sasso e dalla Costa Adriatica, Teramo è conosciuta e molto apprezzata “fuori confine regionale” anche per la sua cucina, ricca di storia e di tradizione. Qui vi propongo gli Spaghetti alla chitarra con le pallottine, il cui nome deriva dall’antico strumento con il quale venivano realizzati a mano e che, nelle sembianze, ricorda proprio una “chitarra”.

Utente Carla La Contessina
Nella tradizione più antica le polpettine di carne, una volta fritte, venivano tuffate in un sugo di carne mista, fatto cuocere per due/tre ore a fuico basso
- Carla La Contessina

Passaggi

Istruzioni dettagliate per preparare: Spaghetti alla chitarra con le pallottine (cucina tipica teramana)

1 di 5

Preparare le pallottine, mettendo insieme tutti gli ingredienti e impastando con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo (come per le polpette). Formare tante piccole polpettine e adagiarle su un piano con carta da forno.

2 di 5

Friggere in olio di semi le polpettine e scolarle su carta assorbente.

3 di 5

Preparare il sughetto di pomodoro. Aggiungere in una padella capiente olio evo, cipolla, pallottine fritte, pomodoro passato, sale e basilico fresco. Tenere sul fuoco 15/20 minuti circa.

4 di 5

Preparare l’impasto per gli spaghetti, aggiungendo in un robot da cucina tutti gli ingredienti fino a formare una palla liscia e compatta. Procediamo con il creare le sfoglie di pasta e poi con gli spaghetti. Cospargere di farina.

5 di 5

Mettere l’acqua sul fuoco, il sale e, al bollire, buttare giù gli spaghetti, mescolando di tanto in tanto affinché non si attacchino tra loro. Scolare e versare la pasta nel sugo, mescolando. Cospargere di parmigiano grattugiato. Servire.

Commenti (0)

tags