Ricetta Spaghetti Cozze e Pecorino di manufood

Spaghetti Cozze e Pecorino

Spaghetti Cozze e Pecorino

ricetta di

Introduzione

Vi sembrerà un abbinamento anomalo, ma vi assicuro che sarà così buono da chiedere il bis!!  Cozze e Pecorino, il risultato finale dovrà essere un piatto cremoso e non liquido o filante, usare una pasta in trafila di bronzo è fondamentale per la riuscita del piatto,e seguendo i miei consigli sarà un vero successo.

Potrebbero piacerti anche...

Ingredienti

Procedimento

STEP 1

Dopo aver pulito e rimosso la radice delle cozze aggiungi le cozze, copri con un coperchio e lasciale aprire.

STEP 2

Togli dal fuoco e metti da parte giusto qualche cozze con tutto il guscio che potranno servirti per decorazione,mentre il resto sgusciale tutte, filtra la loro acqua e metti tutto da parte.

STEP 3

In una padella rosola uno spicchio d'aglio in olio evo,appena rosolato rimuovilo e metti le cozze,sfuma con vino bianco.

STEP 4

A questo punto metti l'acqua delle cozze filtrata in padella ed ora puoi cuocere la pasta,sala leggermente l'acqua della pasta o meglio non aggiungere sale,poi vai ad aggiustare nella fase finale se occorre.

STEP 5

Scola la pasta aldente almeno 3 min prima della cottura riportata sulla confezione, Ora dovrai terminare la cottura della pasta in padella insieme al sugo aggiungendo man mano acqua di cottura e mantecando,fino a che la pasta non si sarà cotta. Questa tecnica di cottura farà si che l'amido della pasta verrà rilasciato in padella creando una pasta legata e cremosa,proprio per questo consiglio una pasta con trafila in bronzo,perche ricca di amido oltre che non scuoce ed è di qualità.

STEP 6

Quando la pasta è quasi cotta aggiungi basilico spezzato a mano.

STEP 7

Sposta tutto dalla fiamma e dopo qualche secondo aggiungi il pecorino manteca e salta sempre lontano dalla fiamma,se dovesse risultare troppo stopposo aggiungi un goccio di acqua di cottura(facendo attenzione a non esagerare altrimenti potrebbe diventare liquido),manteca sempre fino a cremosità desiderata ed ora puoi servire.

Vota la ricetta

Fai sentire la tua voce, chef!

Vota questa ricetta

Domande e recensioni

©2024 Al.ta Cucina