Ricetta Risotto tartufato alla carbonara di robertobabbilonia

Risotto tartufato alla carbonara

5.0Icona stella

Risotto tartufato alla carbonara

5.0
(1)
Tempo totale
20 minuti
Difficoltà
Facile

Introduzione

Un classico della cucina italiana come la carbonara che diventa un risotto goloso al tartufo

Potrebbero piacerti anche...

Procedimento

STEP 1

Pulire il tartufo a secco con uno spazzolino morbido poi avvolgerlo in un foglio di carta assorbente e metterlo in un barattolo con chiusura ermetica insieme alle uova facendo attenzione a non romperle. Riporlo in frigorifero per 24 ore prima di utilizzarle. Trascorso il tempo preparare il risotto. Portare ad ebollizione circa un litro d'acqua senza aggiungervi il sale.

STEP 2

Nel frattempo tagliare il guanciale a listarelle piccole e farlo sudare a fuoco basso in una casseruola dai bordi alti quindi toglierlo e tenerlo da parte bagnato con qualche cucchiaio del suo grasso per tenerlo morbido. Nella stessa pentola tostare il riso per qualche minuto aggiungendo un pizzico di sale, poi iniziare la cottura bagnandolo di tanto in tanto con l'acqua bollente.

STEP 3

Intanto rompere le uova riposte in frigorifero con il tartufo e separarne i tuorli ponendoli in una ciotola. Aggiungere il pecorino grattugiato, un'abbondante macinata di pepe nero e formare un pastello abbastanza sodo. A cottura del risotto e fuori fuoco aggiungere il pastello di uova e pecorino e lasciarlo assorbire mantecando dolcemente.

STEP 4

Impiattare e guarnire con il guanciale e qualche scaglietta di tartufo bianco. Completare con un filo del grasso di guanciale rimasto nel piatto ed una macinata di pepe nero.

STEP 5

Servire.

Lo chef consiglia:
La ricetta prevede il tartufo bianco d'Alba ma può essere usato anche il nero o lo scorzone estivo a seconda dei gusti e della stagione.
robertobabbilonia

Vota la ricetta

5.0
1 voti
Vota questa ricetta

Domande e recensioni

robertobabbilonia
330 ricette

Mi chiamo Roberto e cucino per passione! Mi piace studiare e sperimentare nuovi sapori e nuovi accostamenti. Provate a uscire dagli schemi...vi stupirete!!

Presente in

©2024 Al.ta Cucina