Ricetta Peperoni ripieni alla calabrese di Uliana95

Peperoni ripieni alla calabrese

Peperoni ripieni alla calabrese

Tempo totale
1 ora
Difficoltà
Media
ricetta di

Introduzione

I meravigliosi pipi chini, simbolo di pranzi in famiglia estivi e profumati coi sapori della nostra stagione.

Potrebbero piacerti anche...

Procedimento

STEP 1

Lavare i peperoni tagliare il cappellino e conservarlo. Scavare l'interno con un cucchiaino delicatamente. Intanto mettere una pentola colma d'acqua sul fuoco.

STEP 2

Preparare la mollica conzata: tritare il pane raffermo leggermente più grossolano del pangrattato. Versare in una ciotola e condire con i 4 cucchiai di grana, lo spicchio d'aglio e il prezzemolo tritati, sale e pepe qb e girare bene. Adesso unire l'olio e girare, al tatto deve sembrare umida e unta, se serve unire un altro cucchiaio di olio.

STEP 3

Adesso che l'acqua bolle mettere i peperoni senza cappello e scottarli un minuto, scolare con schiumarola nel colapasta e passare sotto il getto di acqua fredda. Mettere a testa in giù e fare intiepidire.

STEP 4

Foderare il peperone con una fettina di prosciutto cotto e mettere un cucchiaio di mollica, poi un cubetto di provola e mollica ancora finché non è ben pieno, premendo piano perché si possono rompere.

STEP 5

Mettere il cappellino e un giro di olio su ogni peperone.

STEP 6

Infornare in forno già caldo a 220° per 30 minuti. Servire caldi.

Lo chef consiglia:
Consiglio di mangiarli in famiglia o tra amici intimi perché ogni commensale dovrà tirarsi via la pelliccina del peperone e ci si sporca. Servono i peperoni tondi piccoli ma se non si trovano si possono usare quelli normali, mezzo a persona.
Uliana95

Vota la ricetta

Fai sentire la tua voce, chef!

Vota questa ricetta

Domande e recensioni

Uliana95
32 ricette

Amo i gatti e la buona cucina, i libri e la montagna, la mia famiglia è tutto per me. Gemelli, nata nel giugno 1995 sono orgogliosamente calabrese, e anche se adesso non sono lì, le mie radici sono ancora ancorate alla mia terra, nella sua cucina e nelle sue tradizioni.

Presente in

©2024 Al.ta Cucina