Ricetta Crostata di farina di castagne ai cachi e cioccolato di ciracoo
Ricetta Crostata di farina di castagne ai cachi e cioccolato di ciracoo

415

Dolci

Crostata di farina di castagne ai cachi e cioccolato

1g
Difficile

Una crostata speciale che racchiude profumi e sapori di stagione. La frolla preparata con la farina di castagne racchiude un frangipane alle mandorle e nocciole, una delicata bavarese ai cachi avvolta da ciuffetti golosi di namelaka al cioccolato. Insomma un tripudio di bontà dove tutti gli ingredienti si abbinano alla perfezione rendendo questa crostata favolosa!

In collaborazione con Farina Petra

In collaborazione con Farina Petra

Una crostata speciale che racchiude profumi e sapori di stagione. La frolla preparata con la farina di castagne racchiude un frangipane alle mandorle e nocciole, una delicata bavarese ai cachi avvolta da ciuffetti golosi di namelaka al cioccolato. Insomma un tripudio di bontà dove tutti gli ingredienti si abbinano alla perfezione rendendo questa crostata favolosa!

Utente ciracoo
Non semplice, ma sublime. Credo che sia la migliore torta realizzata da me negli anni.
- ciracoo

Procedimento

Istruzioni dettagliate per preparare: Crostata di farina di castagne ai cachi e cioccolato

1 di 7

Unite in una ciotola le due farine e il burro freddo a pezzettini ed iniziate ad amalgamare sino ad ottenere un composto sabbioso, poi aggiungere lo zucchero, l’uovo, un pizzico di sale ed impastate rapidamente sino a formare un impasto liscio e omogeneo. Avvolgete il panetto in un foglio di pellicola trasparente e fatelo riposare in frigo per circa 1 ora.

2 di 7

Mettete i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda per ammorbidirla. Pulite i cachi eliminando la buccia e i semi. Poi frullateli e dopo passateli ad un setaccio per ricavare una purea liscia.

3 di 7

Mescolate in una ciotola il tuorlo con lo zucchero e versate a filo il latte, mescolate. Cuocete la crema a fuoco molto basso mescolando in continuazione, sino ad una temperatura di 82° (la crema non deve bollire); quindi spegnete e incorporate i fogli di gelatina strizzati e 250 g di purea di cachi. Lasciate raffreddare e incorporate delicatamente la panna semi montata. Versate il composto in uno stampo in silicone e mettete a congelare per una notte.

4 di 7

Montate il burro morbido con lo zucchero, aggiungete le uova e continuate a montare fino a quando il composto non sarà spumoso. A mano delicatamente aggiungete le polveri.

5 di 7

Scaldare il latte con il glucosio, unite la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata e versate il composto caldo sul cioccolato; emulsionate aiutandovi con un mixer ad immersione, unite la panna fredda. Conservate per tutta la notte in frigorifero.

6 di 7

Tirate dal frigo la frolla e stendetela. Foderate il fondo e il bordo di uno stampo tondo da crostata da 22 cm. Bucherellate con i rebbi di una forchetta il fondo e stendete un velo di marmellata di arance. Versate il frangipane ed infornate a 200 gradi per 30 minuti sino a doratura. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

7 di 7

Tirate dal freezer la bavarese e sformatela, appoggiatela sulla crostata. Tirate dal frigo la namelaka e montatela con delle fruste, mettetela in un sac a pochè con bocchetta a stella e decorate intorno alla bavarese con piccoli ciuffetti. Infine decorate con fettine di cachi e foglioline di menta.

Farina Petra 6320 "00"

ingrediente consigliato

Farina Petra 6320 "00"

La farina di grano tenero tipo "00" e poco proteica (W150-170) e perfetta per la pasta frolla. Le sue proteine consentono una buona estensibilità e un glutine che si attiva lentamente, facilitando la lavorazione. Trattiene bene i liquidi, non diventa appiccicosa e incorpora molti grassi, mantenendo la forma in cottura e esaltando la friabilità senza essere troppo sbriciolosa o "legnosa". La sua granulometria sottile la rende delicata al palato. È anche adatta per un pan di spagna leggero e non arricchito.