emoji
Entra nella più grande community di amanti della cucina italiana.
emoji
Condividi le tue ricette: le migliori verranno condivise sui social di Al.ta Cucina!
emoji
Salva tutte le tue ricette preferite nel tuo profilo personale.
Entra nella Community!

Cupuzze pasquali

Dolci tipici della mia splendida calabria,si preparano per Pasqua generalmente per donarli in regalo, ma ci sono tante varianti inerenti a questi dolcetti, si preparano anche a forma di bambolina se si vuole regalarla ad una bambina o ancora a forma di colombina, se si vuole portare un sincero augurio di pace e tante versioni ancora ma vi annoierei 😅passiamo subito alla ricetta, vedrete sono buonissimi e molto semplici

8 porzioni
1 kg
farina 00
200 g
zucchero a velo
1 bicchiere
latte
1 bicchiere
Succo di un limone
1 bicchiere
Succo di arancia fresca
250 g
Burro o strutto
7
uova
1 pizzico
sale
2 bustine
Lievito per dolci
Passaggio 1 di 6

Impastiamo in planetaria prima le uova con lo zucchero il latte e il burro,

Passaggio 2 di 6

Dopo circa due minuti sempre continuando a impastare aggiungiamo il succo di limone più quello all'arancia.

Passaggio 3 di 6

Continuando a impastare in planetaria aggiungiamo in tre tempi la farina setacciata con il lievito e il sale, diventerà una palla leggermente appiccicosa, non vi spaventatevi e questa la consistenza che deve avere l'impasto.

Passaggio 4 di 6

Trasferiamo adesso l'impasto in una ciotola e copriamo con pellicola trasparente lasciamo lievitare per 40 minuti.

Passaggio 5 di 6

Trascorso questo tempo preriscaldiamo il forno a 180 e aiutandoci con 2 cucchiai o con le mani oliate formate sulla placca da forno delle cupolette o delle girelle fate cuocere per 25/30 minuti spegnete il forno e lasciateli all'interno ancora 10minuti, dopodiché sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente

Passaggio 6 di 6

Infine guarnite con la glassa al limone e confettini colorati.

avatar-M
user badgeuser badgeMaster of Ricette: il master of ricette è un utente che scrive sempre ricette gustosissime senza mai sbagliare una virgola.